SCUOLA: ITS VENETI DA PRIMATO Soddisfazione per l’assessore all’istruzione Donazzan: «Risultati ottenuti grazie a connubio tra pubblico e privato, scuola e aziende».

342

Sette tra gli istituti tecnici superiori del Veneto, tra cui due vicentini nell’indirizzo meccatronica, si sono classificati tra i primi 28 per percentuale di occupati, su un totale di 86 istituti presenti nel territorio nazionale, secondo la graduatoria curata da Indire (l’istituto nazionale documentazione innovazione e ricerca educativa). La performance dei sette percorsi veneti si traduce in accesso ai fondi premiali, corrispondenti a quasi 4 milioni di euro, pari al 10 per cento del finanziamento complessivo che il Ministero per l’istruzione riserva agli istituti tecnici superiori. A congratularsi con le fondazioni pubblico-private che  promuovono e gestiscono gli Its – e con i tecnici, i dirigenti, i docenti e gli studenti per i risultati raggiunti – è l’assessore regionale al lavoro e all’istruzione Elena Donazzan. «In Veneto siamo abituati a misurare i risultati e ad arrivare primi – commenta l’assessore – La Regione, per prima, ha creduto negli Istituti tecnici superiori, sostenendoli con risorse regionali, sollecitando la presenza di esperti tra i docenti e spingendo i percorsi verso una alta formazione tecnica e professionale. Il risultato è oggi sotto gli occhi di tutta la nazione per numero di diplomati e per inserimenti occupazionali coerenti con il titolo di studio conseguito».