scambia orologio di lusso con uno falso e scappa In pieno giorno e sotto il naso della commessa, in una gioielleria un furto studiato e preparato con cura, lo prova e lo sostituisce

216

Colpo da 23 mila euro, in pieno giorno e sotto il naso della commessa, in una gioielleria del centro. Un furto studiato e preparato con cura dal ladro, un distinto signore con l’accento dell’ Europa dell’Est, che martedì pomeriggio si è appropriato di un Hublot da 23mila euro, sostituendolo con una copia. Alle 16 del 13 giugno un uomo alto 1 metro e 80, vestito in modo sportivo, entra nella gioielleria Baggio e chiede alla commessa di visionare un orologio Hublot esposto in vetrina. L’uomo lo prova e poi lo appoggia sul bancone, ed è in quel momento che scatta il furto. Non appena la commessa si è girata, l’orologio è stato sostituito con una copia dal valore di pochi euro che l’uomo teneva in tasca. Il ladro ha quindi chiesto di provare anche un Omega esposto in vetrina. Salvo poi scusarsi, affermando di avere un impegno urgente, ed uscire dalla gioielleria. Accortasi dello scambio, la commessa ha contattato il 113 e in gioielleria è immediatamente arriva la polizia scientifica per acquisire i filmati della videosorveglianza interna ed esterna e rilevare le impronte digitali lasciate dal ladro che potrebbero essere registrate nella banca dati di persone schedate.