SAN STINO DI LIVENZA: CALA MEDIAMENTE DEL 6% LA TARI Quest'anno i contribuenti del Comune veneziano pagheranno una delle bollette più basse degli ultimi 6 anni.

339

Il consiglio comunale, nella seduta del 18 aprile 2016, ha approvato le nuove tariffe per la Tassa sui rifuti relativamente al 2016. Il piano finanziario predisposto in collaborazione con il gestore Asvo Spa, prevede una riduzione del 4,2% dei costi, a fronte di una riduzione dei rifiuti dell’1,8%. Tale riduzione di costi è frutto delle attività di affinamento del servizio di raccolta e della ricerca costante di efficienze gestionali. Oltre al nuovo sistema di raccolta del vetro e della plastica, ASVO ha cominciato la copertura dei lotti della discarica che porterà alla minor produzione di percolato, allo stato attuale una voce di costo assai importante. Nel 2016, inoltre, vi è stato un recupero di superfici relative alle utenze domestiche a seguito di verifiche con l’utenza che hanno portato ad ampliare la platea su cui calcolare la tassa. Oltre a ciò vi è stata l’apertura di alcune unità commerciali in più. Per questi motivi, quindi, la riduzione media della tassa che pagheranno i cittadini sarà del 6%. Il Sindaco Matteo Cappelletto, l’Assessore all’Ambiente Stefa­no Pellizzon e l’Amministrazione tutta esprimono viva soddisfazione per un risultato che premia anche economicamente gli sforzi fatti dai cittadini in questi anni e che hanno portato il Comune di San Stino ad essere premiato come Comune Riciclone. Quest’anno, per esempio, i contribuenti pagheranno una delle bollette più basse degli ultimi 6 anni.