ROVIGO: DIRITTI DI PESCA, C’È L’ACCORDO

344

Le firme poste in calce al documento dai presidente delle cooperative hanno sancito l’accordo, la Provincia assegnerà i diritti esclusivi di pesca al Consorzio Pescatori del Polesine fino al 2018. La necessità di trattare con un unico interlocutore del mondo della pesca era sempre stata sostenuta dal presidente Marco Trombini che a conclusione della maratona iniziata nella mattinata in sala consiglio e davanti a Palazzo Celio, aveva visto raggiunto l’obiettivo. Presenti in sala una delegazione dei pescatori, il parlamentare Diego Crivellari ed il consigliere Azzalin, il primo inquilino di via Celio aveva iniziato il cammino di avvicinamento «anche a costo di andare avanti ad oltranza». Ribadita la volontà di «non volere andare al bando», Trombini, accompagnato dal vice Vinicio Piacentini, dal sindaco di Porto Tolle Claudio Bellan e dal sindaco di Taglio di Po Francesco Siviero ha raccolto le varie posizioni. Poi nel pomeriggio la svolta nei due tavoli aperti con le cooperative riconoscere da una parte il Consorzio come unico destinatario dei diritti di pesca e dall’altra la prosecuzione dell’attività nella laguna Basson oltre ad un modifica nel nuovo assetto del cda del Consorzio. «L’importante – ha dichiarato il capo di Palazzo Celio – era trovare un accordo che tutelasse i lavoratori, così è stato».