RIFIUTI: SINDACO SI RIVOLGE A PREFETTURA Bergamin nei giorni scorsi ha messo al corrente il viceprefetto Fruncillo sulla situazione.

406

«Il 23 febbraio in Gran Guardia, nel corso dell’assemblea sindacale dei dipendenti di Ecoambiente, Pierluigi Tugnolo, commissario liquidatore del Consorzio Rsu, ha dichiarato che da maggio avremo i rifiuti in strada. Si tratta di procurato allarme». É quanto ha affermato il sindaco Massimo Bergamin che si è recato nei giorni scorsi in Prefettura, insieme al dirigente Michele Cavallaro, per incontrare il viceprefetto Carmine Fruncillo e metterlo al corrente della situazione. Per Ecoambiente erano presenti il presidente Paulon, il direttore generale Romanello e l’avvocato Montini. «Di fronte a queste dichiarazioni – ha aggiunto il sindaco – sono preoccupato. E non sono il solo, visto lo stato di agitazione di sindacati e dipendenti di Ecoambiente che recepiscono lo stato di incertezza». Il sindaco spiega che sono diversi i punti oscuri di questa vicenda, a partire da una convenzione e da un crono programma di interventi, concordati e non rispettati, al raddoppio del contributo richiesto ai Comuni. «Si parla – ha proseguito il sindaco -, di denaro pubblico gestito da un ente che da metà del 2014 non dovrebbe più esistere. Il primo gennaio 2016 dovevano essere consegnate le prime due vasche di Taglietto 1 ma così non è stato, non si sa nulla della conclusione dei primo stralcio dei lavori della discarica e di dove siano finiti i 700 mila euro dati da Ecoambiente. Voglio il bene della comunità, non voglio ulteriori rifiuti e nemmeno un consorzio che continua a chiedere denari pubblici».