profughi spacciano hashish arrestati e già a piede libero Sgominata una banda di tre nigeriani di 23 e 24 anni Dopo poche ore sono stati segnalati nelle aree verdi di Giavnale

103

Sgominata una banda di spacciatori di droga. Ad essere denunciati dai carabinieri della Compagnia di Schio sono stati tre nigeriani: E.J. e O.D. di 23 anni, O.L. di 24 anni, ospitati da diversi mesi in un edificio di via Timonchio a Giavenale con lo status di richiedenti asilo. L’indagine parte da Isola Vicentina dove a marzo due giovani del posto furono fermati dai militari: avevano con loro nove grammi di marijuana e hashish. Le sostanze stupefacenti vennero sequestrate e da lì partì l’operazione investigativa, alla ricerca di chi li aveva forniti. Il cerchio si è chiuso ora. La Procura della Repubblica di Vicenza ha dato il via libera alla perquisizione dell’appartamento assegnato ai tre che sono seguiti da una cooperativa. Va detto che anche altri migranti sono ospitati nello stesso stabile e non hanno mai dato problemi di alcun tipo e che l’attività criminosa si svolgeva soprattutto in strada e non solo a Schio ma anche in diversi paesi limitrofi, dalla val d’Astico sino alle porte di Vicenza. I tre erano finiti subito nel mirino degli inquirenti, che li stavano monitorando da tempo nei loro vari spostamenti. Il capo della gang, che spacciava quantitativi contenuti di droga ma a numerosi consumatori, è stato individuato nel più anziano dei tre, il ventiquattrenne O.L.: toccava a lui avvalersi di persone fidate, gestire il traffico locale e la vendita al dettaglio. I tre giovani nigeriani denunciati a piede libero per spaccio di droga, dopo poche ore sono stati segnalati nelle aree verdi i di Giavenale.