POSTE ITALIANE: I RITARDI NELLE CONSEGNE SONO INSOSTENIBILI

505

Il consigliere Finco (Lega Nord) : «la Giunta avvii un confronto con la direzione veneta di Poste Italiane. Situazione inacettabile».
«Non sono accettabili ritardi incredibili nella consegna della corrispondenza da parte di Poste Italiane nei centri minori e nelle frazioni: i cittadini finiscono per essere danneggiati». Dura presa di posizione del capogruppo consiliare in Regione della Lega Nord, Nicola Finco, sul servizio di Poste Italiane nel Veneto. «Ser­vizio? Disservizio direi – ha esordito Finco – In molte realtà della nostra regione il servizio postale è ancora importante, soprattutto, per le persone più anziane o per chi vive nei piccoli centri montani e rurali della Regione del Veneto, in aree già penalizzate da una scarsa distribuzione dei servizi sempre più rarefatti. Da anni questi cittadini fanno affidamento sui servizi postali per molte necessità: pensiamo anche solo al pagamento di bollette per non parlare del ritiro di raccomandate. Per questo – ha concluso – ho presentato una In­terr­ogazione con la quale intendo sollecitare la Giunta regionale ad avviare un confronto ur­gente con la Direzione regionale di Poste Italiane, al fine di elaborare un progetto condiviso per il man­te­ni­men­to di una rete più capillare possibile degli uffici».