PINOT GRIGIO DOC E ASIAGO DOP A MALTA L’attivita di promozione all’estero si presenta a un pubblico di buyer, professionisti sommelier e operatori nell’ambito della serie “Racconti nel bicchiere”

89

Continua l’attività di promozione all’estero della giovane denominazione del Nord-Est che, insieme al formaggio Asiago DOP, si presenta a un pubblico qualificato di buyer, operatori e sommelier professionisti nell’ambito della serie di eventi “Racconti nel Bicchiere” dedicati all’enogastronomia Made in Italy. Il Pinot grigio DOC delle Venezie e il formaggio Asiago DOP saranno protagonisti a Malta, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Valletta, di una grande degustazione organizzata in occasione di “Racconti nel Bicchiere”, una raccolta di eventi avviata a gennaio 2018, a cui hanno preso parte importanti aree di produzione vinicola e agroalimentare del Belpaese, come Sicilia e Toscana che racconta il territorio italiano attraverso un affascinante percorso immaginario nelle varie regioni, il cui filo conduttore è il vino in abbinamento al cibo. E’ il progetto realizzato da Club Malta AIS in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura e con l’Ambasciata d’Italia a Malta che, da un paio d’anni e al fianco della delegazione AIS maltese, è portavoce delle eccellenze enogastronomiche Made in Italy sotto l’egida del marchio promozionale nazionale “The Extraordinary Italian Taste”. “A Triveneto PDO travel with Pinot grigio delle Venezie & Asiago” accompagnerà quindi il pubblico internazionale di buyer, operatori e sommelier professionisti . “Proseguiamo nel lavoro di promozione internazionale della nuova DOC del Pinot grigio delle Venezie – dichiara Albino Armani, Presidente del Consorzio DOC delle Venezie – andando oltre i grandi mercati del nostro vino. “La collaborazione con il Consorzio DOC delle Venezie afferma il Presidente del Consorzio Tutela Formaggio Asiago, Fiorenzo Rigoni, conferma e rafforza il nostro percorso di sinergia con il territorio e vede, nella valorizzazione delle caratteristiche uniche del prodotto, un’occasione per ribadire la vocazione internazionale della nostra specialità, sempre più apprezzata all’estero”.