PEDON CREDE NEL WELFARE E PENSA AL BENESSERE DEI DIPENDENTI L’adesione al progetto Welfaremeet di Confindustria Vicenza e la promozione di politiche a tutela dei dipendenti mostrano come la sensibilità verso il welfare possa diventare la chiave per la crescita aziendale e sociale.

408

Dalla sua fondazione nel 1984, il Gruppo Pedon si contraddistingue per i forti e radicati valori etici e sociali e per le politiche aziendali a tutela della qualità della vita e del benessere dei propri dipendenti. Un ulteriore passo in questa direzione è stato fatto attraverso la recente adesione al progetto Welfaremeet promosso da Confindustria Vicenza – Raggruppamento di Bassano, che ha scelto di investire sul welfare e sostenere le aziende che coinvolgono e motivano il personale. Nato da un’idea di Confindustria Vicenza, il progetto Welfaremeet si pone l’obiettivo di garantire il benessere dei dipendenti, aumentare il loro potere di acquisto e fidelizzarli all’azienda per cui lavorano, attraverso la creazione di una rete di undici imprese del territorio bassanese che si uniscono per promuovere progetti di crescita sociale e favorire l’arricchimento personale degli oltre 2.000 lavoratori della zona, intervenendo in ambiti come previdenza, salute, flessibilità degli orari, carriera, incentivi e sconti. «L’adesione del Gruppo Pedon a Welfaremeet – afferma Daniela Sperotto, H.R. manager – ci ha dato l’opportunità di fare rete con le più importanti aziende del territorio per condividere le best practices di ciascuno ed adottarle secondo un modello comune. Questo percorso di analisi e riflessione ci ha permesso di individuare le moderne leve di valorizzazione delle nostre risorse umane che si spostano sempre più verso la ricerca del benessere psicofisico e del work- life balance per ritrovare collaboratori più appagati e motivati in tutte le dimensioni di vita privata, sociale e professionale».