Padova “a braccia aperte” in piazza anche il vescovo

503

Giovani e anziani, bambini, stranieri, disabili, benestanti e bisognosi: erano tantissimi i cittadini che hanno scelto di festeggiare in piazza la decima edizione della Cena per tutti dell’associazione “A braccia aperte”, celebrando insieme il piacere della solidarietà, dell’accoglienza e della condivisione. Nel cuore del centro storico, in piazza dei Frutti, centinaia di persone si sono ritrovate una accanto all’altra, tutti in fila per prendere un piatto (quattro i banchetti di cucina italiana ed uno con prelibatezze maliane, eritree e somale) e poi tutti seduti insieme, allo stesso tavolo, per condividere una serata in compagnia e niente più. All’edizione di quest’anno, che segna un traguardo importante, c’erano tutte le autorità cittadine: il vescovo Claudio Cipolla ed anche il sindaco, Sergio Giordani. «Provo grande simpatia per questi laboratori di amicizia» ha detto il vescovo Cipolla «qui troviamo tutte quelle cose che ci uniscono e di cui andiamo in cerca». Giordani, invece, ha voluto rimarcare il cambio di rotta dell’amministrazione comunale.