OLIMPIADE DELLA MACCHINA UTENSILE: STUDENTI IN GARA Venerdì 1 aprile nell’azienda di Campodarsego Carraro la competizione promossa dalla Sezione Metalmeccanici di Confindustria Padova per gli istituti tecnici e professionali della provincia. Ravagnan: «Più dialogo scuola-impresa per la qualità dell’istruzione. Padova e il Veneto pronti a sperimentare formule innovative, alla tedesca».

368

In Veneto più di uno studente su tre tra i nuovi iscritti alle scuole superiori ha scelto un istituto tecnico. Tra le province venete, Pa­dova svetta con 2.788 nuovi iscritti ai tecnici. Un primato che se da un lato conferma l’impegno del territorio per il rilancio e la qualità dell’istruzione tecnica, dall’altro non inverte la tendenza nel medio termine. Dal 1990 al 2014 gli iscritti agli istituti tecnici in Italia sono passati dal 46% al 32%. Una dinamica che impone di accelerare il dialogo tra scuola e lavoro per offrire ai giovani una formazione innovativa, in sintonia con i contesti produttivi e l’incessante evoluzione tecnologica. Ne è convinta la Sezione Me­tal­meccanici di Confindustria Pado­va, che ha mobilitato tutti gli istituti tecnici e professionali della provincia per la 2ª “Olim­piade della Macchina Utensile e dei Ta­lenti Meccanici” che si terrà oggi all’interno di un’eccellenza co­me Car­raro, leader mondiale nei sis­temi per la trasmissione di potenza al­tamente efficienti ed eco-com­patibili. A consegnare il premio Ma­rio Ravagnan presidente Me­tal­meccanici di Confin­dus­tria e Tomaso Carra­ro vice presidente di Carraro. Ai vincitori buoni acquisto per materiale didattico messi a disposizione da Carraro Spa.