MISSIONE INTERNAZIONALE DI ALTO LIVELLO PER IL PROSECCO Il consorzio Prosecco doc vola in Cina con il commissario Hogan.

350

Non s’è ancora spenta l’eco della 50ª edizione di Vinitaly e il Con­sorzio di tutela della DOC Pro­secco è già protagonista di una missione internazionale d’alto li­vello promossa dal Commis­sario all’Agricoltura della UE sul mercato cinese. «É un onore per noi – commenta Luca Giavi, direttore del Consorzio dalla Cina – essere stati inclusi tra i rappresentanti italiani dell’Official Bu­siness Delega­tion che il Com­mis­sario Europeo all’A­gricoltura Phil Hogan ac­com­­pagna personalmente a Shan­­ghai e a Pechino. Con questa missione il Consorzio avrà l’op­portunità di comprendere me­glio cosa si attende il mercato ci­ne­se dalle produzioni agroalimentari di qualità provenienti dal­l’E­uropa». La missione costituirà anche l’occasione per ribadire l’esigenza del sistema europeo di trovare, per le Indicazioni Geo­gra­fiche, adeguata protezione in Cina. «Già da un paio di anni, gra­zie alla collaborazione delle autorità italiane e comunitarie – com­menta Giavi – stiamo cercando di vedere riconosciuta la nos­tra Denominazione e il nostro mar­chio in Cina. Non è un percorso facile stante il fatto che molti degli accordi bilaterali sono stati avviati prima del riconoscimento dalla nostra Denominazione».