MAXI FURTO ALL’OSPEDALE BOTTINO DA 600MILA EURO

400

Trentadue endoscopi, valore 600 mila euro, si sono volatilizzati dal secondo piano dell’ospedale Giustinianeo. Il colpo, quasi certamente su commissione, è stato messo a segno nel week-end, quando i locali dell’Unità operativa semplice di Endoscopia chirurgica sono chiusi, trattandosi di struttura esclusivamente ambulatoriale senza letti di ricovero. Il maxi-furto avrebbe potuto essere addirittura ancora più ingente e pesante: a sparire sono state infatti apparecchiature vecchiotte, la più recente era stata acquistata nel 2011, la più vetusta risaliva al 2008. Molto probabilmente i soliti ignoti speravano di accaparrarsi alcune attrezzature nuove di zecca, quelle che erano andate a sostituire gli otto strumenti spariti a ottobre scorso: sempre endoscopi e sempre qui, al secondo piano del Giustinianeo. A indagare è la Squadra Mobile che ora valuterà se esistono telecamere in zona e se hanno ripreso qualcosa. nel giro di quattro mesi, dall’ospedale Giustinianeo è sparita merce per quasi un milione di euro. Il parziale sollievo: gli endoscopi sono coperti da assicurazione trattandosi di furto con scasso, ma questo non basta comunque a tranquillizzare gli animi.