LASCIA CASA, LAVORO E AMICI PER VIVERE IN MEZZO AL MARE

397

Cambia vita a quarant’anni: lascia casa e lavoro e si ritira in barca, mantenendosi grazie all’affitto della sua casa londinese. Luigi Tommaseo Ponzetta, informatico di Ponte di Piave, dall’estate 2015 vive in barca a vela tra l’Atlantico e il Mediterraneo. Insieme a lui la moglie neozelandese Rebecca, il gatto Momo e, da otto mesi, anche il piccolo Marino, nato dal matrimonio. Dopo l’infanzia e l’adolescenza passata a Ponte di Piave, il giovanissimo Luigi nel 1994 si trasferisce a Londra in cerca di una nuova dimensione che, dopo varie esperienze lavorative, sfocia nella professione di informatico. Collabora con importanti società inglesi ed americane, rag­giungendo soddisfacenti entrate economiche. Conosce Rebecca, che lavorava presso un noto quotidiano londinese. Ma dopo più di 20 anni di vita frenetica insieme decidono di dare una svolta. «Volevamo tornare alla natura, – spiega Luigi Tom­maseo – alla serenità e rilassatezza che mi trasmetteva l’acqua del Piave». L’occasione del cam­biamento arriva inaspettata nel luglio di due anni fa quando un amico gli chiede l’uso del suo appartamento di Londra, in cambio offriva, in prestito una bella barca a vela della lunghezza di 10 metri, fornita di tre piccole camere da letto, cucina, bagno e salotto. «Io e Rebecca – aggiunge Luigi – nell’arco di 24 ore abbiamo accettato la proposta; in un mese abbiamo sistemato i nostri impegni di lavoro ed a luglio ci siamo imbarcati in un porticciolo della costa est dell’­Inghilterra ed abbiamo affrontato l’Atlantico».