LA VIABILITA’ NEL BELLUNESE “I CONTENTINI NON SERVONO”

363

“La Larese Filon è arciconvinta che da Roma arriveranno i soldi per le Province, compresa quella di Belluno e che all’interno di questi fondi ci saranno anche le risorse per Veneto Strade? Allora faccia lei da garante, metta lei nero su bianco e si assuma la responsabilità di assicurare a Veneto Strade che, dopo lo stanziamento dei 5 milioni di euro nel Milleproroghe, arriveranno an­che i 10 milioni di differenza per arrivare ai 15 necessari allo svolgimento del servizio”. L’af­fermazione è dell’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, che risponde così all’accusa mossa dal presidente della Provincia di Belluno, Daniela Larese Filon, secondo la quale la Regione sarebbe responsabile di una eventuale interruzione dell’attività di Veneto Strade. “Non siamo certo noi a voler staccare la spina a Veneto Strade e a obbligare i suoi lavoratori alla cassa integrazione, tutti sanno che responsabile di questa situazione è il Governo centrale – prosegue De Berti –. È del tutto ingeneroso, dunque, puntare il fucile sulla Regione». “Sanno bene a palazzo Piloni che servono tutti i 15 milioni di euro perché Veneto Strade continui a operare – conclude De Berti – .