LA COOP DEI PROFUGHI NEL MIRINO DEI LADRI

288

Nuovo furto nella sede di Lavoro Associato, la società cooperativa che ha sede in via Vittorio Veneto 318. L’ultimo colpo nella coop, che si occupa dei profughi e che gestisce tra le altre strutture quella di via Lungardo, avvenne a fine luglio 2016. In quel caso il bottino fu consistente: sup­erava i 500 euro. Diversa fortuna invece hanno avuto i soliti ignoti che sono entrati nella coop di via Vittorio Veneto tra sabato e domenica. Dopo aver forzato gli infissi i malviventi hanno tentato il colpo grosso alla macchinetta del caffè e bevande. Hanno tentato ripetutamente di forzare il distributore, senza successo. Alla fine si sono accontentati di una cassettina, dove c’erano all’interno 85 euro. E alla fine sono fuggiti, forse perché disturbati. c’è stato sul psoto il sopralluogo di furto dei carabinieri, contattati dai responsabili della coop. Hanno cercato eventuali tracce lasciate dai ladri, probabilmente persone che conoscevano bene la struttura e sapevano dove mettere le mani. La coop ha infatti spesso a disposizione del denaro contante, che serve come pocket money da consegnare ai migranti ai quali spettano 2 euro e 50 al giorno. Non si sa se il colpo alla cooperativa sia solo uno di una serie di colpi avvenuti in città. I carabinieri lo escludono. Risale però alla giornata di sabato la segnalazione alle forze dell’ordine di un secondo furto a Belluno. Dell’episodio però non è stato possibile sapere nulla.