LA CITTA’ CAMBIERA’ CON 18 MILIONI DI EURO IN ARRIVO

665

I soldi ci sono. Il governo ha finanziato interamente il progetto di rigenerazione urbana, mettendo nella Legge di stabilità, che andrà in discussione alla Camera la prossima settimana, 2,1 miliardi di euro. Sufficienti a coprire tutti i progetti che sono stati presentati dai Co­muni per riqualificare le periferie. Anche Belluno aveva inviato un progetto: si tratta di quella serie di interventi proposti da privati ed enti pubblici che saranno cofinanziati dal pubblico e che cambieranno il volto del capoluogo. «I 2,1 miliardi di euro copriranno il finanziamento di tutti i progetti presentati», ha annunciato ieri il deputato del Pd Roger De Menech, in una conferenza stampa cui hanno partecipato il sindaco di Belluno Massaro, i consiglieri comunali del Pd Cla­udia Bettiol e Irma Visalli, il consigliere di Sedico Sebastiano Ca­soni «Lo scopo di questo bando era quello di recuperare le periferie urbane, ma anche di rilanciare le opere pubbliche, moltiplicando gli investimenti». A Belluno infatti arriveranno 18 milioni di euro dallo Stato, ma uniti agli investimenti dei privati, degli enti pubblici e del Comune stesso, la mole di interventi che sarà fatta nel capoluogo arriverà a sfiorare i 36 milioni di euro «L’obiettivo di questo governo è rimettere in moto il Paese, sb­l­­occando le opere pubbliche», ha aggiunto De Menech. Per veder partire i primi lavori, però, ci vorrà del tempo. Prima la legge di stabilità, deve essere approvata, e con gli stessi stanziamenti nei capitoli di spesa. Poi va firmato l’accordo di programma con i Comuni.