La carica dei cinquecento con le mostrine giallo blù “Lo giuro’ urlano i Volontari dell’85° Reggimento “Verona”.

325

Alla caserma “G. DUCA” di Montorio Veronese, sede dell’85° Reggimento Ad­dest­ramento Vol­ontari “VERONA”, 509 Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) hanno giurato fedeltà alla Repubblica italiana. La cerimonia è stata presieduta dal Com­andante del Centro Ad­destramento Volontari dell’ Esercito, Generale di Brigata Giuseppe Faraglia, e vedrà la partecipazione di numerose autorità militari, civili e religiose della città. Il Giuramento, avvenuto al cospetto della Bandiera di Guerra e del Comandante di Reggimento,Colonnello Alessio Gabriele De­gortes, ha rappresentato uno dei momenti più significativi della carriera militare dei giovani soldati, che hanno gridato il loro “Lo Giuro” sulle note dell’Inno di Mameli. Nu­merosi sono stati anche i parenti ed gli amici dei giovani giurandi che sono accorsdi da tutte le parti d’Italia a Verona per essere vicini ai giovani Volontari in questo momento così carico di significato. L’85° Reggimento si fregia della cittadinanza onoraria della città di Verona, la quale costituisce un’ulteriore conferma del profondo legame che unisce il Reggimento alla città, da cui porta il nome e il colore giallo/blu sulle mostrine. L’85° Reggimento Fanteria “Verona” fu costituito a Tortona il 4 novembre 1884 e, dopo lo scioglimento per le perdite subite dopo El Alamein, venne ricostituito il 1° gennaio 1970 proprio a Verona. At­tualm­ente l’85° Reg­gimento ­Ad­­d­estramento Vol­ontari si occupa di fornire ai VFP1 (Volontari in ferma Prefissata di 1 anno) l’addestramento di base della durata di 10 settimane, al termine del quale, nella seconda metà di aprile, verranno assegnati agli Enti e Reparti dell’Esercito dislocati in tutta Italia per completare il periodo di ferma.