INQUINAMENTO PFAS: SERVE PIÙ CHIAREZZA DALLA GIUNTA Zanoni,Ruzzante e Sinigaglia: «La Giunta porti in procura il fascicolo e vengano resi noti i dati delle analisi del sangue fatti ai cittadini».

395

Il Vice presidente della Commis­sione Ambiente in Consiglio regionale, Andrea Zanoni, affiancato dai colleghi di partito  Piero Ruzzante e Claudio Sinigaglia interviene nel dibattito sull’inquinamento  con sostanze perfluoro-al­chiliche in Veneto. «In merito all’inquinamento da PFAS e PFOS – ha dichiarato Zanoni  – serve massima trasparenza ed informazione ai cittadini e a tutte le autorità coinvolte. Dopo aver depositato un’interrogazione sottoscritta an­che dai colleghi Ruzzante e Sinigaglia  con la quale chiedo alla Giunta di portare il fascicolo PFAS in Procura della Repubblica, ho sollecitato il vertice della sanità del Veneto, il dottor Mantoan affinché renda noti senza indugio i risultati delle analisi del sangue effettuate su centinaia di veneti e da me richiesti e sollecitati più  volte. La stessa richiesta – ha proseguito – l’ho formalizzata direttamente all’Istituto Superiore della Sanità che dovrebbe aver pronti due studi specifici, il primo relativo ai PFAS nella catena alimentare il secondo relativo ai PFOS nel sangue dei cittadini. Le autorità regionali hanno preso sottogamba la questione del più  grande inquinamento dell’acqua e degli alimenti mai avvenuto prima in Veneto».