IL TORO SI RIBELLA: CARICA L’ALLEVATORE

967

Ha tentato in tutti i modi di ribellarsi al suo destino, colpendo l’uomo che lo stava portando al macello: alla fine però il toro dell’azienda agricola di Selva di Cadore non ha avuto scampo. Per l’allevatore invece conseguenze gravi: l’uomo, 34 anni, è stato elitrasportato all’ospedale di Belluno, dove è ricoverato in rianimazione. L’inf­ortunio sul lavoro è avvenuto  nell’azienda agricola Milchhof Agostini,  L’allevatore, Alberto Agostini, stava caricando il toro da macello, un animale di oltre 500 chili, sul camion per il trasporto alla macelleria di Santa Fosca. Erano state prese tutte le precauzioni del caso: il toro era stato bendato e con l’allevatore c’erano altre persone. Ma il toro ha reagito con tutte le sue forze caricando l’allevatore che è caduto a terra. Immediata la richiesta di aiuto e l’intervento dell’elicottero arrivato da Pieve di Cadore. Dopo le prime cure Alberto Agostini è stato trasferito all’ospedale San Martino di Belluno in codice rosso per il grave politrauma. Affidato alle cure dei medici del pronto soccorso è stato deciso il ricovero in rianimazione. La prognosi è riservata, ma non viene giudicato in immediato pericolo di vita. Per la cronaca il toro coraggioso ha venduto cara la pelle, ma non è riuscito a fuggire: è stato subito bloccato e portato al macello dove è andato inevitabilmente incontro al suo triste destino.