I FINTI MATRIMONI DEI SINTI PER AVERE LA CITTADINANZA

864

Le false nozze per ottenere la cittadinanza italiana costavano 30mila euro. Il cuore di un’organizzazione kosovaro-sinti sgominata dalla polizia si trovava a Tarzo. Ieri è scattato il blitz che ha portato all’arresto di un kosovaro e della sua compagna ucraina. Lulzim Gashi, 37 anni e Olha Derevoriz, 24 anni sono stati bloccati nella loro abitazione di Corbanese. Con loro in manette sono finite due complici residenti in Toscana, Pamela Jennifer Monini, 27 anni, e Meghi Re­inart, 33 anni. L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’in­da­gine è stata coordinata dalla squ­adra mobile di Lucca e gli arresti a Tarzo sono stati effettuati con il supporto della squadra mobile di Treviso e le pattuglie del commissariato di Conegliano. Niente pranzi o centinaia di invitati, niente regali, ma il valore dato alla cittadinanza. Dall’altra parte le due donne reclutavano compiacenti ragazzi sinti, da campi nomadi di Lucca e Prato. Le donne ritornavano nei campi sinti con qualche migliaio di euro in più, mentre gli uomini prendevano la direzione della Svizzera.