FLOP PER I MERCATINI, PIAZZA DESERTA

558

Gli affari vanno così male che alcuni ambulanti se ne vanno. È un flop il mercatino di Natale in piazza Vittorio Emanuele II. Lo assicurano sia i commercianti che i clienti e basta dare un occhio al salotto buono della città per scorgerne la desolazione. Se nel fine settimana un po’ di gente in giro a passeggiare si trova, anche se non di più rispetto al solito, nei giorni feriali non c’è nessuno, complice non solo il freddo e la nebbia, cui in ogni caso i rodigini sono abituati, ma anche il fatto che la maggior parte della bancarelle restano chiuse il mattino. Questo nonostante fosse stato concordato un orario di apertura del mercatino natalizio organizzato dalla Confesercenti, come ci hanno spiegato gli ambulanti che, nonostante tutto, nei giorni scorsi hanno tenuto aperto tutto il giorno la loro esposizione. La titolare del bar Molinari Lorenza Breda ci va giù molto pesante: «Quelli che se ne stanno andando non sono gli unici. L’altro giorno ha levato le tende anche un altro ambulante che vendeva bigiotteria. Lo sbaglio è stato dare in mano ancora una volta la gestione di questo evento a Confesercenti che ha messo dentro a queste pagode commercianti che vendono cose non così particolari: non si tratta degli artigiani dei mercatini di Natale. C’è anche chi è soddisfatto, come Anna Mantovani dell’omonima distilleria: «I clienti sanno che esponiamo e chi è interessato viene a visitarci: non sta andando male».