EDILI DI CONFARTIGIANATO: NUOVO CODICE PER GLI APPALTI

459

«Un provvedimento molto atteso che finalmente ha un occhio di riguardo verso le piccole imprese e l’artigianato». Con queste parole il Presidente degli Edili di Con­fartigianato Imprese Marca Tre­vigiana e del Veneto, Paolo Bas­sani ha accolto l’emanazione  del Nuovo Codice dei Con­tratti d’Ap­palto da parte del Consiglio dei Ministri. Una disposizione che ten­de a semplificare le procedure in materia di appalti riducendo ad un terzo gli articoli. In attesa di conoscere nel dettaglio le disposizioni del decreto varato dal Governo, il Pre­sidente Bassani dà quindi un giudizio positivo alla riforma «è una grande opportunità – afferma – perché con questo nuovo testo si vanno a privilegiare nelle gare le micro imprese che sono in maggior parte artigiane. Con l’esclusione del ricorso al solo criterio del massimo ribasso per le gare ad alta intensità di manodopera infatti, finalmente si garantisce una maggiore qualità dell’opera e una maggiore accessibilità agli appalti da parte delle piccole imprese. A questo punto – conclude Bassani – ci auguriamo che l’ANAC stenda al più presto la Soft Law, con le regole fondamentali che andranno a sostituire il vecchio ed eccessivamente burocratico regolamento appalti».