DUE MILIONI PER LE RETI DI RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI

329

Se uno dei principali impedimenti all’incremento di utilizzo delle auto elettriche è la limitata presenza di punti di ricarica nel territorio, il Veneto potrà presto migliorare la propria situazione, favorendo una diffusione più capillare di stazioni nelle quali fare il pieno di chilowatt. Questo grazie alla deliberazione approvata dalla Giunta regionale, su iniziativa degli assessori ai trasporti e all’ambiente, che prevede l’utilizzo di 2.050.025 euro del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) destinati all’implementazione delle reti di ricarica per i veicoli elettrici. «Per individuare i soggetti che potranno usufruire di tali risorse – spiega l’assessore ai trasporti Elisa De Berti – abbiamo approvato un avviso pubblico che sarà pubblicato nel B.U.R. n. 30 del 1 aprile 2016, disponibile anche nel sito www.regio­ne.veneto.it. Per la predisposizione della domanda c’è tempo fino al 16 maggio 2016. Possono beneficiarne i Comuni, i titolari di pompe di carburante, i centri commerciali o i parcheggi che consentono l’utilizzo pubblico degli impianti, i privati che intendono realizzare impianti di alimentazione domestica. Ogni soggetto dovrà impegnarsi al cofinanziamento delle opere o attraverso accordi di programma con il MIT o mediante la presentazione di garanzie fideiussorie».