DOGARINA A VINITALY 2016 L’azienda vitivinicola, orientata all’obiettivo della sostenibilità, sia ambientale che sociale, protagonista alla kermesse veronese.

393

Sarà un Vinitaly “green” quello dell’azienda vitivinicola Dogarina in Campodipietra, che dal 10 al 13 a­prile presenterà al pubblico e agli operatori del settore una rinnovata visione di responsabilità a sos­tegno dell’ambiente, ma anche di tutte quelle realtà sociali che fan­no del bene nel territorio. Da sempre Dogarina, guidata da Romi­na Tonus figlia del fondatore Gui­­do,  condivide il principio di cre­are valore mediante una ges­tione il più possibile orientata alla sostenibilità, con uno speciale oc­chio di riguardo verso l’ambiente. La cantina è sta­ta alcuni anni fa una delle prime aziende vitivinicole locali ad essersi dotata di un impianto fotovoltaico di 1.050 mq da 140,36 KWp di potenza nominale, garantendo così la quasi to­talità del fabbisogno energetico richiesto, con una produzione an­nua stimata di 150.000 KW ora. La logica “green” di Dogarina si è evoluta nel corso degli anni ap­prodando anche in vigna e in can­tina, dove è stato installato un efficiente impianto di depurazione che le consente di rimanere nei parametri di riferimento. Per storia, tradizione e missione, Doga­rina dimostra di nutrire un comune sentire con il proprio territorio, che si esplica non solo nella sos­tenibilità ambientale, ma anche in concrete attività rivolte al sociale.