ANCHE L’OSPEDALE DI CHIOGGIA ECCELLENZA DELLA SANITÁ L’assessore veneto Luca Coletto si complimenta per l’innovativa tecnica usata per la diagnosi dell’endometriosi.

549

«Il successo delle tecnica diagnostica utilizzata per l’endometriosi a Chioggia è una lampante dimostrazione di una delle principali ca­ratteristiche del sistema sanitario veneto: la diffusione delle eccellenze anche al di fuori e aldilà dei grandi centri di cura, della quale andiamo fieri». Con queste parole, l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto commenta una particolare eccellenza del­l’Os­pe­dale di Chioggia, dove l’endometriosi viene diagnosticata con un metodo giapponese, utilizzando la risonanza magnetica con mez­zo di contrasto. «Parti­colar­mente significativo – aggiunge Coletto – è il dato secondo il quale il 40% delle pazienti che ha usufruito di questo trattamento pro­viene da fuori Ulss. Vuol dire che in Veneto una persona può ri­cercare il me­glio per il suo problema di salute e trovarlo a prescindere dal luogo di residenza». «Il Servizio di Radio­logia – conclude Coletto – merita an­che un cospicuo numero di bollini rosa, perché l’endometriosi è una patologia grave e impattante. Un’altra dimostrazione che la sanità veneta rivolge alla donna e alle sue malattie una doverosa e speciale attenzione».