AIUTO ALLE DONNE STRANIERE IN CERCA DI OCCUPAZIONE L’amministrazione comunale di Dolo vuole concretamente agevolare coloro che possono beneficiare di “Orienta - te” .

431

Un aiuto alle donne straniere che vivono a Dolo, per accompagnarle nel percorso di ricerca di occupazione. Se ne sta facendo carico l’Amministrazione Comunale di Dolo, che al fine di agevolare le donne potenziali beneficiarie del progetto ‘Sportello Orienta-te’, proposto dalla Cooperativa G. Olivotti, in collaborazione con l’Az. Ulss 13 e finanziato dalla Re­gione Veneto, ha organizzato, questa mattina alle ore 10.30, un incontro rivolto alle cittadine straniere disoccupate, con il fine di dare informazioni sulle opportunità formative, di inserimento lavorativo, sulla ricerca attiva e sul counseling. Spiega l’Assessore ai Servizi Sociali e alle Politiche Familiari Carlotta Vazzoler: «Questo incontro è stato fortemente voluto dall’As­sessorato alle Poli­ti­che Sociali per iniziare a valorizzare un per­corso rivolto alla don­na. Abbiamo col­to l’opportunità dell’apertura dello sportello “Orienta-te” fi­nan­ziato dalla Regio­ne Veneto per dare accesso alle opportunità formative e lavorative per l’integrazione socio-lavorativa delle donne straniere residenti anche nel Comune di Dolo». «Sostenere, anche con azioni di orientamento e dando accesso a opportunità formative e lavorative queste donne, significa dare valore al tessuto di un paese e rafforzarlo con nuova linfa.. Un’azione che rientra tra le volontà di dare risposte concrete in tema di lavoro» conclude Vazzoler.